Utilizzo del POS – Dal 1° luglio 2020 credito d’imposta a favore dei Professionisti.

A decorrere dal 1° luglio 2020 i Professionisti potranno beneficiare di un credito d’imposta pari al 30% delle commissioni addebitate sui pagamenti ricevuti dai consumatori finali con carte di credito, di debito e prepagate. Installare un Pos e ricevere pagamenti elettronici tramite gli strumenti prima citati, comporta l’applicazione di commissioni agli intermediari. Dunque, allo scopo di favorire l’utilizzo di mezzi alternativi al classico contante e, diminuendo il relativo onere in capo ad esercenti e Professionisti, l’art. 22 del D.L. 124/2019 ha previsto il riconoscimento, ripetesi, di un credito d’imposta pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate con carte di debito, di credito, prepagate o mediante altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili.

Per completezza d’informazione, si vuole oltremodo precisare che, per quanto riguarda la soglia massima per l’utilizzo del contante, quest’ultima è stata ridotta ad € 1.999,99. Dal 1° Gennaio 2022, invece, salvo diversi provvedimenti, è previsto un ulteriore abbattimento della suddetta soglia fino ad € 999,99. 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Open chat