Rinnovo CCNL “Servizi Postali in Appalto”.

Per i dipendenti da imprese esercenti servizi postali in appalto, Fise-Assoposte con Slc Cgil, Slp Cisl e Uilposte hanno siglato l’ipotesi di accordo 14 luglio 2020 che rinnova il contratto collettivo di categoria. Ci sono anche novità per quanto riguarda la classificazione del personale, i minimi tabellari, l’indennità di mensa. Le Organizzazioni Sindacali (OO.SS.) scioglieranno la riserva sull’ipotesi entro il 31 luglio 2020 e il nuovo contratto scadrà il 31 dicembre 2021. Con l’ipotesi di accordo 14 luglio 2020 Fise-Assoposte con Slc, Cgil, Slp, Cisl e Uilposte hanno rinnovato il CCNL per i dipendenti da imprese esercenti servizi postali in appalto.

A far data dalla sottoscrizione dell’accordo 14 luglio 2020, per quanto riguarda la questione della classificazione del personale, è stato introdotto il nuovo livello 3 super (par. 127) e vengono modificate declaratorie e profili esistenti nonché i percorsi di sottoinquadramento. A tal riguardo, per il nuovo livello 3S sono stabiliti i valori di € 885,49 come minimo tabellare ed € 517,46 come indennità di contingenza. Con il rinnovo del CCNL in questione risulta anche elevata, decorrere dal 1° giugno 2021, l’indennità di mensa ad € 5,00 giornalieri e può essere corrisposta anche sotto forma di ticket restaurant.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Open chat