Smart working: priorità a genitori e caregiver.

In data 31 marzo 2022, il Consiglio dei Ministri ha approvato, in via preliminare, uno schema di decreto legislativo per l’attuazione ed il recepimento della direttiva UE 2019/1158, relativa all’equilibrio tra attività professionale e vita familiare per i genitori ed i prestatori di assistenza. A tal riguardo, corre l’obbligo di precisare, che il provvedimento in questione, prevede che i datori di lavoro pubblici e privati che stipulano accordi per l’esecuzione della prestazione di lavoro in smart working, sono tenuti in ogni caso a riconoscere priorità alle richieste di esecuzione del rapporto di lavoro in modalità agile formulate dalle lavoratrici e dai lavoratori con figli fino a 12 anni di età o senza alcun limite di età in caso di figli in condizioni di disabilità. Si aggiunge, altresì, che la stessa priorità è riconosciuta da parte del datore di lavoro alle richieste dei lavoratori che siano caregiver. Si ritiene opportuno comunicare, che la lavoratrice od il lavoratore che richiede di fruire del lavoro agile non può essere sanzionato, demansionato, licenziato, trasferito o sottoposto ad altra misura organizzativa avente effetti negativi, diretti od indiretti, sulle condizioni di lavoro.

Condividi l'articolo su:
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

it_ITItalian
Open chat