Lavoratori autonomi: chiarimenti INPS circa l’esonero contributivo COVID-19.

L’INPS, con il messaggio n. 4293 del 2 dicembre 2021, ha fornito indicazioni utili alla gestione dell’esonero contributivo COVID-19 concesso ai lavoratori autonomi. A tal riguardo, corre l’obbligo di precisare, che in caso di accoglimento totale o parziale dell’importo dell’esonero richiesto, la quota eccedente l’esonero autorizzato e le contribuzioni escluse dall’esonero medesimo, dovranno essere versate entro 30 giorni dalla comunicazione dell’esito dell’istanza senza applicazione di sanzioni ed interessi. L’INPS, concluse le attività di gestione delle domande pervenute e verificato l’ammontare complessivo delle risorse necessarie per soddisfare le richieste presentate, ha comunicato alle aziende l’importo dell’esonero autorizzato, utilizzando gli indirizzi di posta elettronica certificata presenti nell’archivio anagrafico delle aziende.

Si aggiunge, altresì, che per le aziende che non avevano aggiornato la propria posizione anagrafica indicandovi l’indirizzo di posta elettronica certificata, l’importo è disponibile all’interno del “Portale delle Agevolazioni”, al link inviato all’e-mail od alla PEC indicata nell’istanza.

Si ritiene opportuno specificare, che il pagamento delle somme eccedenti l’esonero riconosciuto potrà essere effettuato anche mediante rateizzazione, presentando domanda entro il 13 dicembre 2021. Nel rispetto di tale scadenza, saranno dovuti soltanto gli interessi di dilazione.

Per completezza d’informazione, l’Istituto specifica che, ai fini della verifica della regolarità contributiva, il controllo sarà effettuato solo dopo il pagamento della prima delle rate accordate.

Condividi l'articolo su:
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

it_ITItalian
Open chat