Bonus assunzioni giovani.

L’INPS, con la circolare INPS n. 56/2021, ha fornito le prime indicazioni operative circa la fruizione dell’esonero contributivo previsto dalla Legge di Bilancio 2021, a favore delle Imprese che effettuano assunzioni e/o trasformazioni a tempo indeterminato di giovani under 36. A tal riguardo, si tenga conto, però, allo stato, si è ancora in attesa di apposita autorizzazione da parte della Commissione Europea.

Ad ogni modo, e per completezza d’informazione, si specificano tutti gli aspetti connessi all’incentivo in questione:

Datori di lavoro che possono accedere al beneficio

L’esonero in oggetto è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, ivi compreso quelli del settore agricolo. Resta esclusa, pertanto, la Pubblica Amministrazione.

Rapporti di lavoro che possono accedere al beneficio

Il bonus de quo, interessa le nuove assunzioni a tempo indeterminato, nonché le trasformazioni dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato. Resta inteso che risultano escluse da tale beneficio le seguenti categorie:

  • i rapporti di apprendistato;
  • i contratti di lavoro domestico;
  • i contratti di lavoro intermittente;
  • il rapporto di lavoro a tempo indeterminato di personale con qualifica dirigenziale;
  • le prestazioni di lavoro occasionale.

Si ritiene doveroso comunicare, altresì, che, per la categoria femminile, i datori di lavoro possono accedere prima all’assunzione agevolata prevista dalla Legge di Bilancio 2021, in misura pari al 100% dei contributi, e, successivamente, all’esonero giovani (Under 36) per la trasformazione del contratto a tempo indeterminato.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Open chat